I bancomat Bitcoin utilizzati per finanziare attività illecite, dice CipherTrace

Nel suo ultimo rapporto, CipherTrace ha dichiarato che la maggior parte degli ATM Bitcoin sono utilizzati per attività illegali. In quello che potrebbe rivelarsi un cattivo presagio per i bancomat Bitcoin, il rapporto menziona come le valute crittografiche siano collegate ad attività di commercio illecito. Queste vengono utilizzate per fornire copertura a tali attività.

Negli ultimi anni, i bancomat Bitcoin sono spuntati in ogni angolo del globo. In tutto il mondo, circa 8.300 macchine stanno erogando BTC alla popolazione in generale. Hanno aiutato le crittocittà a raggiungere lo status di mainstream e a promuoverne l’uso nel settore dello shopping e della vendita al dettaglio. I bancomat crittografati sono un ottimo modo per acquistare Bitcoin Rush o trasferire fondi in varie denominazioni crittografiche.

Ora, un rapporto CipherTrace afferma che tali bancomat sono diventati un portale per finanziare attività illegali. Aggiunge che molti di questi bancomat Bitcoin aiutano a indirizzare il denaro verso gli scambi ad alto rischio, che sono ulteriormente collegati al riciclaggio di denaro.

Bancomat Bitcoin che agiscono come intermediari in operazioni illegali

Secondo il rapporto CipherTrace, la quantità di denaro indirizzata verso gli scambi ad alto rischio attraverso queste macchine è aumentata in modo esponenziale. Dal 2017, questo importo è raddoppiato ogni anno. Nel 2017, solo il 2% dei fondi destinati a queste macchine sono stati dirottati. Questa cifra ha raggiunto l’8 per cento nel 2020. Un balzo di quattro volte nelle statistiche in soli 36 mesi rappresenta un rischio considerevole per il settore dei crittografi.

Inoltre, una parte significativa del denaro immagazzinato in questi bancomat Bitcoin – circa l’88% – rimane in conti offshore esteri.

Le autorità di regolamentazione prenderanno di mira gli ATM Bitcoin

Come per Coin ATM Radar, il mondo oggi ha circa 8.300 ATM criptati. In un solo anno, il numero di macchine è passato da appena 5.000 all’attuale cifra di 8.300, con un aumento del 60%. Anche il tasso di installazione ha visto una crescita costante negli ultimi mesi.

Tuttavia, con l’aumento delle attività di riciclaggio di denaro sporco legate a queste macchine, esse potrebbero presto entrare nel radar delle autorità di regolamentazione. Coinsource, uno dei maggiori operatori di crypto ATM, afferma che le loro macchine sono conformi alle linee guida „Conosci il tuo cliente“. Il direttore operativo di Coinsource, Sheffield Clark, afferma che la conformità rimane la loro massima priorità e che seguono tutte le linee guida ‚antiriciclaggio‘ e ‚conosci il tuo cliente‘.